Si scrive “Allspace”, si legge “SuperTiguan”

0

All’Autovega, la versione allungata (+22 cm) della Tiguan, anello di congiunzione con la Touareg

Se vi sembra che viaggiare tutti i giorni su un “tremila” vi metterebbe troppo in vista; se vi attrae il design dell’ultima edizione della Tiguan, e tuttavia desiderate distinguervi un po’; o se, invece, avete semplicemente bisogno di un’automobile più spaziosa e non di rado viaggiate con oltre quattro passeggeri, la nuova Tiguan Allspace è il modello che fa per voi. Da poco arrivata negli show-room Volkswagen di Autovega – presenta alcune significative differenze esteriori, rispetto alla Tiguan che già da tempo s’incontra ogni giorno sulle strade. Il frontale con la calandra cromata ed il cofano motore rialzato, innanzitutto, ne aumentano il senso d’ “importanza” – mentre la diversa forma
della terza luce posteriore (con cornice cromata) e la portiera posteriore allungata fanno intuire le diverse proporzioni globali della Tiguan Allspace che – a tutti gli effetti – rappresenta il collegamento logico, all’interno della gamma Volkswagen, fra la Tiguan (4,49 mt. di lunghezza massima)
e la Touareg (che arriva a 4,80 mt).

Quei 22 cm in più della Tiguan.

Un po’ più difficile, probabilmente, sarà cogliere la nervature della carrozzeria sul tetto (che hanno una funzione puramente estetica) – mentre gli 11 cm in più del passo (la distanza che separa gli assi anteriore e posteriore delle ruote) hanno implicazioni assai più concrete nella quotidianità di chi acquisterà una Tiguan Allspace. Già – perché il passo più lungo vuol dire maggiore abitabilità e, in definitiva, più confort a bordo. Il principale elemento distintivo della “Allspace” – che a noi piace soprannominare ‘SuperTiguan’ – è il fatto che questa versione allungata si configura, a tutti gli effetti, come un SUV con sette posti veri. Qui sette occupanti (distribuiti su tre file di sedili) viaggeranno su un comodo salotto, equipaggiato e rifirifinito “al top” – essendo la Tiguan Allspace idealmente un gradino più su della Tiguan.
Se, invece, si sceglierà di viaggiare al più in cinque (con 6 cm di posto in più per le gambe di chi siede dietro – rispetto alla già accogliente Tiguan), si potrà allo stesso tempo fare conto su un vano bagagli da
record: 760 litri (ben 160 cc in più della già capiente Tiguan), eventualmente ampliabili fino a 1.920 litri, quando a bordo gli occupanti sono soltanto due. La filosofia costruttiva che sta dietro a questa versione “lunga” della Tiguan è, quindi, facilmente svelata: mettere d’accordo le esigenze di spazio (e di carico) da monovolume con la versatilità dei SUV e dei crossover – senza rinuncia alcuna in fatto di equipaggiamenti e di finiture.
In quest’ottica – si capisce bene come i dispositivi di sicurezza ed i sistemi d’assistenza alla guida della Tiguan ‘normale’ (dall’Adaptive Cruise Control al Front Assist; dal Lane Assist al Fatigue Detection) diventino un imprescindibile punto di partenza. Se la “Allspace” si posiziona un po’ più su in gamma – è allora lecito attendersi un climatizzatore automatico a tre zone, un sistema info taiment ancora più completo (potrete scegliere fra la versione con display da 8”, oppure quella da 9,2”) e la versione più sofisticata dell’Active Info Display (l’ormai nota strumentazione digitale, che sulla Tiguan Allspace arriva a 12,3 pollici).
Tutto questo si declina in due livelli di allestimento – denominati rispettivamente Business ed Advanced; molto completo il primo (con cerchi in lega da 17”, portellone bagagliaio elettrico e clima tri-zona)
– decisamente esclusivo il secondo (con cerchi da 18”, illuminazione degli interni personalizzabile e Dynamic Light Assist – per procedere con gli abbaglianti inseriti, senza rischio d’infastidire gli automobilisti
che provengono dalla direzione opposta).

Un gradino su anche nei motori.

Lo slancio verso l’alto di gamma si vede anche nella scelta delle motorizzazioni che equipaggiano la “Allspace”: solo 2 litri turbodiesel – da 150 oppure da 190 CV.
Trazione anteriore (per la sola versione da 150 CV), oppure 4MOTION (per entrambe le varianti di potenza). “Al top” anche il cambio: solo DSG a 7 velocità. Se così fatta, non vi sembra ancora una ‘SuperTiguan’ potete aggiungere il pacchetto “Offroad” (più “rustico”) o quelloì “R-Line” (più sportivo) e sbizzarrirvi con cerchi ruota di diametro fino a 20 pollici. Ciliegina sulla torta: 9 tinte per la carrozzeria, una più affascinante dell’altra (fidatevi, oppure venite a verificare di persona, nei nostri show-room). Ci resta di parlare
di prezzi. Si parte da 39.500 Euro, IPT esclusa, ma conviene senz’altro optare per il “Progetto Valore Volkswagen”, che con una rata da 289 €/mese(*) vi fa salire a bordo di una… “SuperTiguan”!

Share.

About Author

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi